LOGO_APAS

maristokes

Nell’abbraccio di Dio

Segno inaudito, un bimbo avvolto in fasce e adagiato in una mangiatoia: ancora una volta il mistero del Natale ci viene incontro e ci sorprende con la sua luce abbagliante e vitale. Il Dio della vita e dell’amore ci apre la porta della sua comunione: si svuota di tutta la sua potenza e dignità per invitarci da vicino, per farsi servo in mezzo a noi, per entrare in amicizia con noi attraverso la tenerezza e la misericordia capaci di scaldarci davvero il cuore.
Il dramma di ogni uomo è il non riuscire a trovare casa, a sentirsi davvero a casa. La casa per noi non è più un luogo ma una persona, Dio che si fa carne e nasce dal grembo di Maria: il “non luogo” dove trovare un bambino, il “non luogo” dove Dio si fa trovare. Dio ci chiama ancora ad andare verso la mangiatoia per lasciarsi scaldare da colui che trema per il freddo, il mistero gioioso del Creatore che si fa creatura debole e fragile perché noi creature deboli e fragili diventiamo in lui veri figli di Dio.
In questo Natale ancora a noi è chiesto di sgombrare il cuore liberandoci del superfluo e donando il necessario agli altri, e col cuore vuoto spalancare le porte, perché Egli visiti la nostra vita ed entri a riempire della sua vita la nostra speranza.
Il Natale ci chiede di dare fiducia a un Dio che ha sempre fiducia in noi e nella nostra capacità di amare e di chiedere misericordia e perdono. Un Dio che si mostra affidabile fino a dare la vita per me, per noi, per ognuno di noi. Un Dio libero che ci chiama alla libertà dell’amore.
Il Natale chiede umiltà, pazienza, cuore grande e benevolente: tutti doni, questi, che il Signore con larghezza ci regala come abiti meravigliosi da indossare per camminare felici insieme verso la vita, la pace e la comunione tra noi.
Questo l’augurio: nell’abbraccio di Dio anche il nostro abbraccio.
Nell’unico Dio, che è una famiglia, Padre, Figlio e Spirito Santo, buon Natale del Signore!


p. Luca Reina e Piero Garbagna


Associazione Pavoniana di Solidarietà - Onlus


- L’opera umana più bella è di essere utile al prossimo (Sofocle).
- Avrai sempre quelle sole ricchezze che avrai donate (Marziale).
- I vicini devono fare come le tegole del tetto, a darsi l'acqua l'un l'altro (Giovanni Verga).
- Ogni morte d'uomo mi diminuisce, perché io partecipo all'umanità. E così non mandare mai a chiedere per chi suona la campana: essa suona anche per te (John Donne).
- Dio ama chi dona con gioia (Paolo, 2 Corinti 9,7)

I religiosi pavoniani e i laici che ne respirano il carisma (sposi, famiglie, singoli, simpatizzanti, ex allievi...) hanno fatto cordata nell'APAS, per poter essere il braccio dell'amore solidale con le attività missionarie pavoniane del Brasile, dell’Africa, del Messico e delle Filippine. Chiunque voglia inserirsi in questo torrente d'amore lo può fare attraverso un'offerta. Vuoi anche tu essere un soggetto di solidarietà?

Ecco i riferimenti per il tuo dono:

COORDINATE BANCARIE
IBAN: IT59Y0503401748000000015244
Bic / Swift: BAPPIT21677




Comunicazione dei contributi pubblici ai sensi della Legge 124/2017



In ottemperanza agli obblighi di pubblicità e trasparenza introdotti dall’articolo 1, commi 125-129 della Legge 4/8/2017 n. 124, si riportano i dati relativi al contributo ricevuto dalla Pubblica amministrazione nell’anno 2019.

AGENZIA DELLE ENTRATE
EURO 11.833,55
Agosto 2019
contributo 5x1000 inerente all’anno solare 2017






larm-rmah-216854